STRUMENTI DI FINANZA AGEVOLATA PER AVVIO DI IMPRESA: NUOVE IMPRESE A TASSO ZERO!

L'incentivo di Invitalia rivolto a giovani e donne che vogliono diventare imprenditori!
Nuove Imprese a tasso zero

Obiettivi

Nuove Imprese a Tasso Zero è l'incentivo promosso dal Ministero dello Sviluppo Economico che sostiene le micro e piccole imprese composte in prevalenza o totalmente da giovani tra i 18 e i 35 anni oppure da donne di tutte le età.

Finanzia le imprese con progetti di investimento che puntano a realizzare nuove iniziative o ampliare, diversificare o trasformare attività esistenti nei settori manifatturiero, servizi, commercio e turismo.

Le agevolazioni prevedono un mix di finanziamento a tasso zero e contributo a fondo perduto per progetti d’impresa con spese fino a 3 milioni di euro, che può coprire fino al 90% delle spese totali ammissibili.

I piani di impresa devono essere avviati successivamente alla presentazione della domanda e devono essere conclusi entro 24 mesi dalla data di stipula del contratto di finanziamento.
 

Beneficiari

Nuove Imprese a Tasso Zero si rivolge alle micro e piccole imprese composte in prevalenza da giovani tra i 18 e i 35 anni o da donne di tutte le età, su tutto il territorio nazionale. Sono ammissibili le imprese che abbiano una compagine sociale composta per almeno il 51% da giovani under 35 e da donne di tutte le età. La maggioranza si riferisce sia al numero di componenti donne e/giovani presenti nella compagine sociale sia alle quote di capitale detenute.

Accedono al finanziamento le imprese costituite entro i 5 anni precedenti con regole e modalità differenti a seconda che si tratti imprese costituite da non più di 3 anni o da imprese costituite da almeno 3 anni e da non più di 5.

Anche le persone fisiche possono presentare domanda di finanziamento, con l’impegno di costituire la società dopo l’eventuale ammissione alle agevolazioni.


Tipologia di spesa

> Le imprese costituite da non più di 3 anni possono presentare progetti di investimento fino a 1,5 milioni di euro per realizzare nuove iniziative o sviluppare attività esistenti nei settori manifatturiero, servizi, commercio e turismo.

La copertura delle spese ammissibili può arrivare al 90% da rimborsare in 10 anni. Possono accedere ad un mix di finanziamento a tasso zero e contributo a fondo perduto che non può superare il limite del 20% della spesa ammissibile. Le imprese possono richiedere anche un contributo per la copertura delle esigenze di capitale circolante collegate alle spese per materie prime e servizi necessari allo svolgimento dell’attività d’impresa. Il contributo può arrivare fino al 20% delle spese di investimento.

Per la prima linea di finanziamento sono ammesse a titolo esemplificativo le seguenti spese:

  • Opere murarie e assimilate (30% investimento ammissibile)
  • Macchinari, impianti e attrezzature
  • Programmi informatici e servizi per l’ICT
  • Brevetti, licenze e marchi
  • Consulenze specialistiche (5% investimento ammissibile)
  • Spese connesse alla stipula del contratto di finanziamento
  • Spese per la costituzione della società

> Le imprese costituite da almeno 3 anni e da non più di 5 possono presentare progetti che prevedono spese per investimento fino a 3 milioni di euro per realizzare nuove iniziative o ampliare, diversificare o trasformare attività esistenti, nei settori manifatturiero, servizi, commercio e turismo. Le agevolazioni consistono nel mix di tasso zero e fondo perduto, che non può superare il limite del 15% della spesa ammissibile.

Acquisto di immobili solo nel settore turistico (40% investimento ammissibile)

Per la prima seconda linea di finanziamento sono ammesse a titolo esemplificativo le seguenti spese:

  • Opere murarie e assimilate (30% investimento ammissibile)
  • Macchinari, impianti e attrezzature
  • Programmi informatici
  • Brevetti, licenze e marchi

Tipo di contributo 

Le imprese possono richiedere il finanziamento per realizzare nuove iniziative o ampliare, diversificare o trasformare le attività esistenti. La copertura delle spese ammissibili può arrivare al 90% da rimborsare in 10 anni. Il finanziamento non richiede garanzie in caso di progetti fino a 250 mila euro; è prevista invece la garanzia sotto forma di privilegio speciale per i progetti superiori a 250 mila euro.

Scadenza

Apertura sportello dal 19/05/2021

 

NotaAll’art. 29 del Decreto Crescita ha introdotto alcune vantaggiose modifiche alla misura:
con le nuove modifiche, l’incentivo consiste in un contributo in conto mutuo pari al 90% (anziché l’attuale 75%) per le imprese costituite da 36 a 60 mesi. Importo massimale ottenibile pari a 3 milioni di euro.
Per le imprese under 36 mesi, o costituende, resta invariata la normativa attuale di un contributo massimo pari al 75% in conto mutuo a tasso zero di 1,5 milioni di euro.
Il finanziamento agevolato potrà essere integrato, nei limiti delle risorse disponibili, con un contributo a fondo perduto, per un importo complessivamente non superiore al 90% della spesa ammissibile. In caso si esaurimento dei fondi si procede alla concessione del solo finanziamento agevolato.
Ulteriore modifica è nella durata del mutuo che passa dagli attuali 8 a 10 anni.

 

SEI INTERESSATO A CANDIDARE LA TUA IDEA O IMPRESA A QUESTO BANDO? 

bottone compila il form

Saremo lieti di valutare il tuo progetto, darti un veloce riscontro sull'ammissibilità e formulare la proposta più adatta alle tue esigenze!

 

NOTA: Il contenuto del presente documento è a scopo esclusivamente informativo e non può essere considerato esaustivo né costituire parere o consulenza professionale, né è inteso a fini commerciali, di relazione o di transazione con i clienti. Si declina ogni responsabilità in merito ad azioni od omissioni basate sull’utilizzo delle informazioni contenute nel presente documento.